Il viale degli uomini illustri - giardino bellini catania

 

IL VIALE DEGLI UOMINI ILLUSTRI AL GIARDINO BELLINI 

Percorrere lentamente il Viale degli Uomini Illustri, al Giardino Bellini, è un’esperienza da consigliare. Si respira aria tutto sommato pulita, se teniamo conto della breve distanza che ci separa da una strada molto trafficata, e si viene colti dalla curiosità, che invoglia a sbirciare sotto i busti in marmo o in bronzo, in genere dall’aspetto severo, quando non addirittura accigliato, per leggere il nome del personaggio che abbiamo di fronte.

Purtroppo alla curiosità (ma chi era costui?) ed alla sorpresa (toh, ecco chi ha dato il nome alla mia scuola!), si abbina il disappunto per il vandalismo cui sono soggette le statue di marmo (quasi niente quelle di bronzo) i cui nasi, rifatti numerose volte, saranno ormai ben lontani dal profilo e dalla forma sfoggiata dai legittimi proprietari.

Ma senza censire questi personaggi, suddividendoli in base all’epoca di appartenenza e alla professione o all’arte che li resero famosi, non si riesce ad avere una misura concreta della capacità che ebbe il territorio catanese (città e provincia) di generare uomini di valore e a sapere quali furono le discipline più feconde, e quindi più congeniali per i nostri concittadini.

Redatto il censimento, vengono subito all’occhio due osservazioni.

Tra la Catania siceliota e quella del Quattrocento appare un lunghissimo periodo, lungo circa 1.700 anni, durante il quale nessun uomo “fu illustre”. C’è un lunghissimo vuoto, infatti, tra il medico Filistione ed un altro medico, anzi un chirurgo vissuto nel ‘400, Antonio De Branca, straordinario personaggio che mise a punto la rinoplastica. Può essere? Non è, invece, che c’è stato un difetto di comunicazione e i nomi degli illustri di quei secoli non ci sono pervenuti?

Cammina, cammina, si incontrano solo uomini. E’ pur vero che il nome del viale è perentorio e non promette alcuna figura femminile. Ma è possibile che le numerosissime amministrazioni comunali succedutesi in oltre un secolo, non abbiano pensato, per esempio, alle due eroine del Risorgimento, Peppa e Andreana Sardo? O alle attrici Giacinta Pezzana, catanese di adozione, e Rosina Anselmi o all’antropologa Carmelina Naselli, coprotagonista della cultura cittadina nella prima metà del ‘900? Oppure nel Regolamento Comunale c’è un esplicito divieto? Altrimenti che viale degli uomini illustri sarebbe?

Ed ecco l’elenco di questi personaggi.

 

PERSONAGGI DELLA CATANIA SICELIOTA

Caronda - legislatore (?, VI sec. a.C. – Catania , VI sec. a.C.)

Stesicoro - poeta (?, VI sec. a.C. – Catania , VI sec. a.C.)

Androne - danzatore e musico (Catania, V sec. a.C.)

MEDICI E CHIRURGHI

Antonio De Branca - chirurgo (?, XV sec.)

GIURISTI

Mario Cutelli -(Catania, 1584 – Palermo 1654)

Giovanni Rizzari - (Catania, 1614 – Palermo, 1682)

FILOSOFI, ERUDITI, STORIOGRAFI

Vito Amico Statella -storiografo (Catania, 1697 – 1762)

Vito Coco (Mons.) - erudito (Catania, 1723 – 1782)

Vincenzo Tedeschi Paternò Castello -filosofo (Catania, 1786 – 1859)

ARCHEOLOGI, MECENATI

Ignazio Paternò Castello di Biscari - (Catania, 1719 – 1786)

SCRITTORI E POETI

Domenico Tempio - (Catania, 1750 – 1821)

Luigi Capuana - (Mineo, 1839 – Catania, 1915)

Giovanni Verga - (Catania, 1840 – 1922)

Mario Rapisardi - (Catania, 1844 – 1912)

Federico De Roberto - (Napoli, 1861 – Catania, 1927)

Nino Martoglio - (Belpasso, 1870 – Catania, 1921)

MUSICISTI

Pietro Antonio Coppola - (Enna, 1793 – Catania, 1877)

Francesco Paolo Frontini - (Catania, 1860 - Catania, 1939)

Antonio Savasta - (Catania, 1874 – Roma, 1959)

Gaetano Emanuel Calì - (Catania, 1885 – Siracusa, 1936)

Alfredo Sangiorgi - (Catania, 1894 – Merano, 1962)

Francesco Pastura - (Catania, 1905 – Catania 1968)

PITTORI

Olivio Sozzi - (Catania, 1690 – Spaccaforno, 1765)

Michele Rapisardi - (Catania, 1822 – Firenza, 1886)

SCIENZIATI

Giuseppe Recupero - vulcanologo (S. Giovanni la Punta, 1720 – Catania, 1778)

Giuseppe Gioeni - naturalista e mineralogista, (Catania, 1747 – 1822)

Agatino Sammartino Pardo - matematico (Catania, 1773 – 1856)

Carlo Gemmellaro - vulcanologo e medico (Catania, 1787 – 1866)

Giuseppe Zurria - matematico (Catania, 1810- 1896)

Enrico Boggio Lera -fisico (Bardonecchia, 1862 – Catania, 1956)

Filippo Eredia - metereologo (Catania, 1877 – Roma, 1948)

ATTORI

Giovanni Grasso sr - (Catania, 1873-1930)

Angelo Musco - (Catania, 1871 – Milano, 1937)

UOMINI POLITICI

Giuseppe De Felice Giuffrida - (Catania, 1859 – Acicastello, 1920)

Giacomo Di Bartolo -(Catania, 1797 – 1863)

Giambattista Condorelli

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.