Italian English French German Spanish

Facebook 6insicilia   instagram 6insicilia   youtube 6insicilia   blog 6insicilia   Google plus 6insicilia

 

Pezzidiricambio24

 

pubblicità su 6insicilia.it

Carmen Serra ... la musica è la mia libertà

 

carmen serra

La cantautrice siciliana Carmen Serra dopo i successi ottenuti con il suo primo album “No Self Control” e in teatro, approda al cinema con il singolo “This Foul Night” colonna sonora del film "Outing - Fidanzati per sbaglio" con Nicolas Vaporidis, Andrea Bosca e Massimo Ghini.

 

- Hai avuto già diverse esperienze artistiche. Qual è stato il momento più emozionante che hai vissuto?

Di momenti emozionanti ce ne sono stati molti. Forse il primo è stato il palco del Teatro Sistina per il primo musical, con la regia di Pietro Garinei e le Coreografie di Gino Landi, ma anche soltanto entrare negli Studios di Via Tiburtina  per il primo giorno di prove è stato molto emozionante. Avevo circa 20 anni e lo ricordo come se fosse ieri. Poi il primo passaggio in radio quando è uscito il mio primo singolo, la prima volta che sono stata ospite in tv.. Ogni esperienza mi ha dato una grande emozione.

- Recentemente è uscito il videoclip del singolo "THIS FOUL NIGHT" colonna sonora del film "Outing - Fidanzati per sbaglio" di cui hai curato il testo, la musica e la regia. Quali sono i tuoi progetti futuri?

Continuare a fare musica e, stavolta, come dico io! Senza schiacciare l'occhiolino alle radio e senza tirare fuori brani che siano al passo con le mode musicali del momento, insomma voglio fare di testa mia. Voglio fare la musica che mi piace e che emoziona me prima di tutto, solo emozionando me posso emozionare gli altri. Mi fiderò di più del mio sesto senso e di ciò che sento dentro e che ho bisogno di esprimere. La musica è anche libertà! La mia libertà!

Poi di progetti ce ne sono tanti: colonne sonore, soggetti cinematografici , sceneggiature... IL CINEMA! LA REGIA!

E poi l'insegnamento, voglio continuare ad insegnare canto, amo trasmettere emozioni ai miei allievi, farli emozionare, farli liberare e rifugiare nella musica. Intraprenderò un percorso anche qui in Sicilia, non soltanto a Roma. Quindi mi dedicherò ad allievi del siracusano, di Catania e provincia. Quindi diciamo che farò su e giù tra Roma e la Sicilia.

Un altro mio sogno sarebbe quello di portare la musica e il canto nel reparto di psichiatria dell' Ospedale Moscatello di Augusta... ma è dura... sto capendo come muovermi ancora. Ma prima o poi lì dentro sarà di casa anche un po’ di gioia... ho visto troppi occhi spenti e tristi. Mi piange il cuore! E la Musica potrebbe fare tanto per i pazienti, io lo so!!!!! E voglio crederci!

 

- Quali sono i periodi o i momenti in cui trovi ispirazione per scrivere le tue canzoni?

Beh di solito i momenti migliori sono i momenti di solitudine, infatti la ricerco spesso. Mi chiudo nel mio mondo e ci vado a fondo. Percorro ogni mia emozione, ogni ricordo remoto o recente e tiro fuori delle risposte, delle riflessioni. Scrivere significa anche riflettere, ascoltarsi, confidarsi con se stessi.

Capita che quando sono triste scrivo le cose più belle. A volte, questo è un modo per accettare le mie angosce, senza di loro non avrei mai scritto le mie canzoni più belle! E poi, una volta tirato giù un pezzo uscito fuori da un dolore, il dolore sembra quasi alleviarsi. Scrivere è la mia medicina!

Comunque in linea di massima scrivo e compongo quando ho l'esigenza e la voglia di farlo. Non mi impongo mai di farlo, odio le scadenze! Infatti sono un po’ lenta anche per questo, diciamo che per il primo disco ho impiegato 3 anni...

- Ci sono opere o autori che ti hanno maggiormente ispirato nel tuo lavoro?

Sinceramente no! Ascolto vari tipi di musica ma di riferimenti non ne ho presi molti. Un tempo avrei risposto che mi piacevano la semplicità e i testi diretti di Vasco, oggi non so rispondere a questa domanda. La musica non sempre ha bisogno di ispirazione derivante da artisti presi come riferimento! Anzi sono contraria! Comunque, adoro le chitarre degli Evanescence, i suoni che utilizzano...ecco forse questo posso dirlo...ma da come potete sentire nel mio disco c'è ben poco di tutto questo. 

- In che modo ti ha arricchito artisticamente vivere alcuni mesi a New York?

Ho vinto la paura, la solitudine. La partenza per New York è stata un po’ una sfida con me stessa e soprattutto ho assecondato la voglia di sentirmi davvero libera e sola in un posto sconosciuto. Sono partita da sola, infatti lì non conoscevo nessuno. Artisticamente non saprei, sono entrata a contatto con vari artisti e generi ma, forse, la mia è stata più una ricerca interiore. Poi ho setacciato tutti i quartieri e i locali di Manhattan, in due mesi non sono rimasta a casa neanche una sera. L'elettronica mi ha un po’ scioccata. Sono davvero mezzi matti lì! Ho ascoltato dei generi di musica davvero estremi e in realtà non ho scritto molto. Ho cantato in alcuni locali, interagito con vari artisti, troppi per farne i nomi e alcuni neanche li ricordo, ma il ricordo più bello è del Bitterend. Ogni lunedì c'era una jam session e mi lanciavo sul palco con il microfono in mano improvvisando su ogni stile e genere musicale. Quindi diciamo che ho acquisito una maggiore capacità d’improvvisazione. Torniamo sempre lì: LA LIBERTA’!

- Tra le varie forme d’arte (canto, recitazione..) qual’ è quella che preferisci o che ti dà maggiore soddisfazione?

Il canto e la regia

 

 

Per seguire Carmen Serra:

Sito Ufficiale: http://www.carmenserra.com

Facebook: Pagina Ufficiale

Myspace: https://myspace.com/noselfcontrol

Twitter: https://twitter.com/CarmenSerraIT

Youtube: http://www.youtube.com/user/CarmenNoSelfControl

Vimeo: http://vimeo.com/carmenserra

Flickr: http://www.flickr.com/photos/carmenserra/

Reverbnation: http://www.reverbnation.com/carmenserra

Lastfm: http://www.lastfm.it/music/Carmen+Serra

iTunes: https://itunes.apple.com/it/album/no-self-control/id371759018

Condividi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.